“E’ un ragazzo che ha tutto per essere un grande portiere. Ero sicuro che avrebbe fatto bene. L’esperienza in grandi piazze non gli manca: ha giocato a Firenze, a Manchester, ed ora è a Verona. Senza dubbio una piazza di grande storia, di grande attenzione da parte dei tifosi, dove è contento di giocare. Quella inglese è una parentesi che l’ha formato molto, un’esperienza che lo ha fatto crescere e maturare tanto. Rimpianti per non essersi imposto coi Red Devils? Nessuno, rifarebbe sicuramente la scelta. Poi è stata una scelta condivisa quella di tornare in Italia per giocare: voleva crescere e giocare qui e non si è sbagliato – ha dichiarato l’agente di Gollini, Giuseppe Riso, a tuttomercatoweb.com – L’obiettivo, adesso? Dare continuità, raggiungere l’Under 21 e salvarsi con il Verona soprattutto, continuando a giocare a questo livello".