“Perché ho scelto di venire a Verona? Avevo due opzioni a gennaio ed ho scelto questa. Per me vuol dire tanto giocare in Serie A, conosco il campionato italiano, sono molto appassionato del vostro calcio, una crescita professionale molto importante per me. Sono felicissimo di lavorare con Pecchia avendoci già lavorato in passato. Ci eravamo già parlati ad agosto e questa cosa mi ha fatto molto piacere perché la società ha dimostrato di volermi fortemente. Sto arrivando ai livelli che posso dare, gli infortuni non mi hanno agevolato ed hanno rallentato la mia crescita. Sono a Verona per contribuire all’obiettivo della società e per continuare la mia crescita – ha dichiarato Rolando Aarons – Mi sento pronto per questa sfida, sono al top. Il mio ruolo preferito? L’allenatore sa meglio di tutti dove prediligo giocare. Spetta a lui decidere. Quello che conta è la squadra. Le prime prestazione col Verona come le giudico? Non ho ancora dimostrato il mio valore, devo ancora inserirmi al meglio in squadra. Lavoro per fare sempre meglio. Che giocatore sono? Sono molto istintivo e amo attaccare. Metto a disposizione la mia qualità e lavorerò per contribuire a fare gol. Pronto a fare l’impresa? Sono molto motivato e pronto. Gioco per vincere, sempre. Tifosi? Sono molto simili ai tifosi del Newcastle mi sento un po’ a casa, sono molto caldi, mi hanno fatto un’ottima impressione. Sono orgoglioso di giocare per una tifoseria così importante come quella dell’Hellas Verona”.