Ieri pomeriggio allo stadio Adriatico di Pescara, all’Hellas Verona non è stato concesso un calcio di rigore dall’arbitro Abbattista. Netto il contatto in area tra Di Gaudio e Marras. Al minuto 58 l’episodio, col n.19 abruzzese che aggancia in maniera evidente la gamba destra dell’ex Parma. È il terzo errore arbitrale consecutivo a sfavore del club gialloblù, dopo il rigore non assegnato contro il Benevento a Pazzini per fallo in area di Antei, oltre il gol dei campani in netta posizione di fuorigioco di Coda nel turno precedente al Bentegodi. Tacere non serve a nulla, sarebbe cosa buona e giusta invece che la società veronese si facesse sentire nelle sedi opportune.