Lo scorso 4 aprile, la sfida giocata allo stadio Vigorito sancì anzitempo l’interruzione del rapporto tra l’ex direttore sportivo Filippo Fusco e l’Hellas Verona. L’ennesimo ko dei gialloblù di Fabio Pecchia portarono il ds a rassegnare le proprie dimissioni irrevocabili. A Fusco subentró il suo stretto collaboratore Tony D’Amico, attuale uomo mercato della società di Maurizio Setti. Una partita che segnó il futuro dell’Hellas Verona. Con i gialloblù sempre più condannati alla retrocessione in Serie B, sugli spalti dello stadio di Benevento comparve infatti Fabio Grosso, allora allenatore del Bari ed oggi tecnico del club scaligero.