Anche allo stadio Meazza contro l’Inter, l’Hellas Verona per circa un’ora ha fatto tremare la squadra plurimilionaria di Conte. Un’altra prestazione convincente, risultato sfumato solo nel finale di gara alla Scala del calcio. Una magia di Barella a pochi minuti dal triplice fischio finale ha tolto ogni possibilità agli scaligeri. Una sconfitta però che non cancella quanto di buono la squadra di Juric ha saputo dimostrare e raccogliere nelle prime 12 giornate di campionato. Un bottino importante, 15 punti, quando siamo arrivati oramai ad un terzo del campionato. Chi ci avrebbe scommesso ad inizio stagione? Dopo la sosta per gli impegni delle Nazionali, al Bentegodi si presenterà la Fiorentina (domenica 24 novembre, ore 15, ndr) e tra i gialloblù tornerà a disposizione l’attaccante Di Carmine, accantonato nelle ultime partite dall’allenatore gialloblù dopo uno scambio di vedute tra i due che ha permesso, dopo uno strappo iniziale, di ricucire e rafforzare il rapporto.