La squadra di Osvaldo Bagnoli, nonostante la sconfitta (2-1) subita allo stadio Partenio di Avellino, si laurea campione d’inverno grazie ai passi falsi di Inter e Torino. Un campionato storico quello 1984/85 che culminerà Il 12 maggio, a Bergamo, col pareggio dell’Hellas Verona in casa dell’Atalanta che permise alla squadra gialloblù di laurearsi campione d’Italia.